Jump to content
ATTENZIONE - Post con richiami e sanzioni sono attualmente visibili solo ai trasgressori ed ai membri dello Staff. Stiamo lavorando per risolvere il problema

Geopolitica: La terza guerra mondiale è alle porte?


Recommended Posts

Da leggere e meditare. Henry Kissinger è uno dei più grandi esperti viventi di relazioni internazionali 

“Fin dall’inizio dell’aggressione all’Ucraina bisognava evitare una vittoria della Russia. 
A maggior ragione bisogna evitare che cerchi una rivincita nucleare. Non possiamo permettere che l’uso di armi nucleari diventi convenzionale, si normalizzi. Non solo per quello che sarebbe il tremendo risultato immediato, ma per le conseguenze sull’interpretazione e la legittimazione del potere da parte di chi le usa. Non è ammissibile che la Russia raggiunga con le armi nucleari il risultato che non è stata capace di ottenere senza. 
I dirigenti russi devono sapere che nel caso usino armi nucleari i termini per un accordo di pace diventeranno peggiori per loro, la Russia ne uscirà come una nazione più debole di prima.
L’Ucraina non va demoralizzata. Deve avere un ruolo primario nel processo di pace.

Un dialogo, anche solo esplorativo, è essenziale in quest’atmosfera nucleare. Non è rilevante se Putin ci piaccia o no. Una volta che l’arma nucleare dovesse entrare in azione, il sistema mondiale subirebbe uno stravolgimento di portata storica. Non dobbiamo legare l’azione diplomatica alla personalità di chi ci sta di fronte. Sta a noi concepire un dialogo che preservi la nostra sicurezza ma ci riporti allo spirito della coesistenza. Il rovesciamento del leader avversario non deve apparire come una pre-condizione. Quando cadde il Muro di Berlino e cominciò la grande ristrutturazione dell’Est europeo, gli Stati Uniti cercarono di integrare tutta l’area in un ordine sotto la loro guida. Non fu saggio cercare di includere l’Ucraina nella Nato. Questa non è una scusa per l’aggressione di Putin. Ma il problema ora è se sia possibile una pace con lui. E questa va affrontata in un quadro più ampio: il futuro di lungo termine nelle relazioni fra la Russia e l’Europa, fra la Russia e l’Occidente. Una Russia che sia più consapevole dei propri limiti, vorrà essere parte dell’Europa oppure sceglierà l’Asia? Su questo dovremmo impostare il dialogo.

La Cina è sempre stata una sfida speciale per l’America, a causa delle sue dimensioni, oggi più formidabili che mai sul piano economico tecnologico e militare. Non abbiamo mai avuto a che fare con un Paese così imponente e la cui filosofia è praticamente opposta alla nostra. I cinesi considerano la storia come un processo continuo che si dipana su migliaia di anni. I singoli problemi — che noi affrontiamo uno per uno — li vedono come espressioni di quel processo. Durante le ultime due amministrazioni americane tra Washington e Pechino è prevalso lo scontro. Occorre ristabilire un dialogo sul tema soverchiante: una guerra tra le superpotenze avrebbe conseguenze peggiori della Prima e Seconda guerra mondiale. Come minimo i dirigenti americani e cinesi riconoscano che questo pericolo esiste, che loro sono gli unici ad avere la possibilità di superarlo. Di conseguenza mettano a punto dei meccanismi preliminari per parlarsi nei primi stadi di una crisi. E poi ci sono i grandi temi su cui la cooperazione bilaterale è indispensabile: dal cambiamento climatico al futuro delle tecnologie.

Le condizioni per una nostra leadership mondiale si sono deteriorate, in particolare per la diffusione delle armi nucleari. Più che mai, oggi occorre essere creativi. I tre requisiti fondamentali per fare politica estera sono: 
Studiare la storia. Studiare la storia. Studiare la storia”

Link to comment
Share on other sites

12 ore fa, Jamesgrey ha scritto:

Comunque più ci penso, più secondo me sono stati i polacchi con il lasciapassare degli USA

Potrebbe essere, il punto é che possiamo solo fare congetture, non é una cosa verificabile per noi. 😕

Edited by Maarek Stele
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, Dux-Gargaros ha scritto:

Non lo apre 🤔

 

 

Comunque...

 

Blinken confessa : la distruzione di Nord Stream è “una meravigliosa opportunità di rimuovere, una volta per tutte, la dipendenza dal gas russo… Ciò è estremamente significativo ed offre una meravigliosa opportunità strategica.”

 

Non ho più parole....

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

La Polonia sta negoziando con gli Stati Uniti sul tema delle armi nucleari - Presidente polacco

Il capo del partito in Polonia, Jaroslaw Kaczynski, ha parlato del suo desiderio di schierare armi nucleari americane nella NATO

Così, ha reagito all'annuncio di un'intervista al Presidente della Repubblica, Andrzej Duda, sul tema della partecipazione della Polonia al programma di condivisione nucleare.
 
"Ho sollevato questo problema di recente. lo sostengo pienamente, penso che questa sia un'ottima decisione", ha detto Kaczynski in un'intervista alla radio polacca.

 

Ma guarda sto buffone....

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Maarek Stele ha scritto:

La Polonia sta negoziando con gli Stati Uniti sul tema delle armi nucleari - Presidente polacco

Il capo del partito in Polonia, Jaroslaw Kaczynski, ha parlato del suo desiderio di schierare armi nucleari americane nella NATO

Così, ha reagito all'annuncio di un'intervista al Presidente della Repubblica, Andrzej Duda, sul tema della partecipazione della Polonia al programma di condivisione nucleare.
 
"Ho sollevato questo problema di recente. lo sostengo pienamente, penso che questa sia un'ottima decisione", ha detto Kaczynski in un'intervista alla radio polacca.

 

Ma guarda sto buffone....

 

Curiosamente coincide con la richiesta polacca di un rimborso multimiliardario richiesto alla Germania per la seconda guerra mondiale...

Link to comment
Share on other sites

Ecco i telecomandati a distanza, i pupazzetti delle élite occidentali che vengono attivati quando al governo, ad esempio, non ci sono più gli amici degli amici.

Questi che stanno scendendo in piazza per la "PACE" sono gli stessi che auguravano la morte, la segregazione, la discriminazione ai "no vax" , loro amici, parenti e colleghi che avevano declassato a status di sub-umani perché, in quel momento, i loro beniamini al governo e nei media di regime gli ordinavano di odiare i "novax", così come sono gli stessi che hanno schifato, e continuano a schifare, i russi. 

Sono scatole vuote, odiano a comando, amano a comando, si attivano dietro un impulso dato da chi sta sul gradino più alto della piramide.
Ipocriti, spocchiosi, razzisti che si atteggiano a pacifisti misericordiosi e "buoni", mentre sono solo una grande ZAVORRA per l'evoluzione di tutto il genere umano!

IMG_20221006_101734_898.jpg

Link to comment
Share on other sites

Si infatti, stì buffoni delle varie comunità.(da quelle pacifiste, dei diritti vari ed eventuali a quelle che si indentificano col codice fiscale...) non sono più credibili, lotta per i diritti civili (solo quelli che gli fanno comodo) o per la falsa pace (buongiorno principini, sono 8 mesi... :asd: ) da un lato, e dall'altro lato frasi di odio e peggio per chi non la pensa come loro.

Manifestazioni ipocrite e telecomandate come queste sono uno degli specchi di questa società falsa e vuota.
 

Link to comment
Share on other sites

https://www.corriere.it/esteri/22_ottobre_05/spie-usa-furono-ucraini-uccidere-figlia-dugin-958c7f64-44e9-11ed-b1df-7473c7dbd1a7.shtml

ma tu guarda...

https://www.nytimes.com/2022/10/05/us/politics/ukraine-russia-dugina-assassination.html

"United States intelligence agencies believe parts of the Ukrainian government authorized the car bomb attack near Moscow in August that killed Daria Dugina, the daughter of a prominent Russian nationalist"

 

 

Edited by City Hunter
Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, City Hunter ha scritto:

https://www.corriere.it/esteri/22_ottobre_05/spie-usa-furono-ucraini-uccidere-figlia-dugin-958c7f64-44e9-11ed-b1df-7473c7dbd1a7.shtml

ma tu guarda...

https://www.nytimes.com/2022/10/05/us/politics/ukraine-russia-dugina-assassination.html

"United States intelligence agencies believe parts of the Ukrainian government authorized the car bomb attack near Moscow in August that killed Daria Dugina, the daughter of a prominent Russian nationalist"

 

 

 

Dichiarazione che deriva dal fatto che non erano stati informati. Insomma, la Grande Amerrega deve sapere e approvare sempre tutto di cosa fa il resto dell'occidente, sennò si offende e ti sputtana in pubblico :asd:

 

Sui pacifisti avete detto tutto voi. Occupano le piazze ora che c'è un governo poco simpa, che però fa le stesse cose di quello simpa. Stendiamo un velo pietoso. Magari arcobaleno :asd:

  • Like 1
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Giá ho letto.

 

Prima la truss.

Poi Il matto polacco che vuole testate nucleari ai confini.

Ora questo fattone.

 

Sembra quasi che ci vogliano abituare all'idea.

Poi non vi meravigliate se Putin userá l'atomica.

Se queste non sono provocazioni, ditemi voi cosa sono (e no, non sono delle semplici intimidazioni, lo scopo é chiaramente quello di portare la Russia ad usarla).

 

Comunque c'é da dire ad onor del vero, che non dice di attaccare con le bombe nucleari la Russia preventivamente, ma di attaccare senza specificare l'arma, per non trovarsi sorpresi e impreparati.

Comunque poco cambia il succo, se attacca la russia partono le atomiche.

Edited by Maarek Stele
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...