Jump to content

V

Moderator
  • Posts

    1362
  • Joined

  • Days Won

    14

V last won the day on May 21

V had the most liked content!

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

V's Achievements

Mentor

Mentor (12/14)

  • One Year In Rare
  • Conversation Starter
  • Dedicated Rare
  • Reacting Well Rare
  • Very Popular Rare

Recent Badges

860

Reputation

  1. Sì ma a sensazione, ed è solo una sensazione, RE 4 è andato talmente bene che si sono detti "bah, quest'anno vacanza", per questo non è uscito nulla di nuovo. Conta anche che il dlc di RE 4 Remake è uscito a Settembre, quindi qualche mese dopo il gioco, altrimenti lo avrebbero fatto uscire nel 2024 e pace. Quindi quest'anno niente di niente in casa Capcom. Comunque mi piacerebbe se dopo RE 1 Remake, anziché concentrarsi su uno dei capitoli "deboli" della saga (RE 5 e 6), provassero a ridare vita a Dino Crisis.
  2. Sì Resident Evil 9 con protagonista, presumibilmente, Leon. Ma è ancora tutto fumo, quest'anno hanno saltato la solita uscita prendendo tempo con le - inutili - versioni retail di RE 2 e 3 Remake in versione next gen. Quindi presumo che 2025 ci sarà il nuovo capitolo e nel 2026 un altro remake del primo. Ma sono supposizioni.
  3. Io ho giocato solo Under a killing Moon 😅, fantastico l'ho adorato. Comunque era per dire che un film interattivo per me dovrebbe prevedere la componente in live action, totalmente a computer grafica lo chiamerei in un'altra maniera ma di certo non film interattivo. Sì, pacifico che trattasi in linea generale di avventure grafiche, sia Tex Murphy che un, per esempio, Heavy Rain. Anche Dracula la resurrezione è un'avventura grafica con elementi puzzle game. È un po' come nella musica: il genere metal si snoda attraverso vari sottogeneri. Comunque se l'argomento è interessante sarebbe da aprirci un topic, qui sforiamo di molto.
  4. Per me qualsiasi roba a computer grafica proviene sempre dal ramo delle avventure grafiche. I film interattivi per me sono Ripper, Tex Murphy etc. Questo perché da allora le community sono peggiorate anche se già all'epoca si rompevano le scatole per futilità come accade tutt'oggi. "Non avete giochi" "Ma fatte li cazzi tua"
  5. Beh, c'erano. Ci sono anche quelli che credono di diventare ricchi con sistemi piramidali o cripto, il punto è che chi ha giocato il primo sapeva benissimo cosa sarebbe uscito. È di poco tempo fa la polemica sui 30fps per "l'esperienza cinematografica", segno che gli sviluppatori non hanno venduto fuffa ma esattamente ciò che è in linea con quel prodotto. Sullo standard penso sia inevitabile, nel senso che quando esce un qualcosa di esteticamente superiore, inevitabilmente si fanno i confronti. In tempi non sospetti il metro di misura era Crysis, ogni cosa era paragonata a quel titolo; in seguito lo sono stati anche The last of us 2 e fino a poco tempo fa Alan Wake 2. È normale e ogni volta che esce qualcosa di graficamente eccellente diventa l'unità di misura più alta.
  6. Le recensioni sono sempre pareri soggettivi, siano loro "professionali" e non. Ed è così sin dalla notte dei tempi. In alcuni casi c'è la marchetta, in altri hai il parere di qualcuno che potrebbe non avere i tuoi stessi gusti. A me è sempre risultato strano che qualcuno decida cosa comprare o meno in base a ciò che scrive qualcun altro su una rivista o si un sito, tendenzialmente c'è sempre una base di desiderio che muove la mano verso il portafoglio per sborsare la cifra da spendere, se sono attratto da titolo X non sarà ciò che scrive tizio Y su multiplayer o su Everyeye o ign a farmi desistere. Al massimo le recensioni possono essere utile per segnalare la presenza di bug o magagne tecniche, ma un parere sull'indice di gradimento lo può dare solo chi prova con mano il prodotto. Una volta c'erano le demo, oggi sono sempre più rare ma almeno su PC è possibile acquistare e chiedere il rimborso prima delle due ore di gioco. Nel merito, Hellblade 2 può districarsi tranquillamente tra voti bassi o voti poco entusiasmanti, alla fine sarà sempre il singolo a decretare il proprio gradimento sul titolo. Secondo me c'è un po' troppa sudditanza in quei numeretti, che alla fin fine lasciano il tempo che trovano. Sinceramente non so chi avesse aspettative diverse, io sono almeno due anni che sento "Non aspettatevi God of War" e in effetti il titolo è esattamente, lato gameplay, ciò che ti potresti aspettare dal sequel di Hellblade. Se andassi in concessionaria a comprare una Fiat poi sarei un totale deficiente se dicessi "mah, mi aspettavo una Ferrari".
  7. Sì Rapido è qualcosa di graficamente superiore in questa gen, a mio parere Hellblade potrebbe diventare una saga ad hoc per pompare il lato estetico. Il gameplay è funzionale allo scopo, quindi chiaramente non è un titolo adatto a chi cerca un God of War.
  8. Il risultato è sicuramente più realistico, a mio parere hanno sacrificato qualcosa proprio per fare un prodotto scenico più vicino possibile a un realismo. Sta piacendo anche a me, il primo lo apprezzati ma ricordo che ad una certa lo trovai ripetitivo; tra l'altro anche quello graficamente superbo.
  9. A me il combat system sembra molto simile, almeno nelle prime sessioni di combattimento, la cosa differente è il maggior realismo nel colpi inferti e parati. Incredibile il lavoro fatto sulle espressioni facciali e sulle movenze.
  10. Quasi sicuramente, se Xbox fa da publisher c'è la possibilità che arrivi anche su PS5 e (spero) anche un porting per Switch 2. A me le esclusive fanno schifo per principio, fosse per me porterei Super Mario ovunque.
  11. Giocati giusto i primi 5/10 minuti e parto col dire che graficamente non si è mai visto niente del genere, neanche con Alan Wake 2, è incredibile il realismo in game, dico sul serio. Personalmente, ma sto giudicando i primi 10 minuti, mi sembra abbastanza simile al primo, per ora mi sembra un qualcosa di visivamente mastodontico per qualità ma in linea con ciò che avevo già visto anni fa. Continuo e al limite rettifico. Neanche se facesse davvero schifo un voto del genere sarebbe credibile. Graficamente è impressionante, anche solo per quello merita di partire almeno dalla sufficienza politica. Un po' come i votacci per The Order da chi si aspettava Gears of War.
  12. Lo sto installando da Cell a console mentre sono occupato con le incombenze. Ah la tecnologia, non vedo l'ora di quando inventeranno il modo per fare pipì senza andare in bagno e senza abbassarsi i pantaloni, tutto con lo smartphone che figata!
  13. Io lo zero, per quanto apprezzato in epoca Cube, proprio non riesco a rigiocarlo. L'assenza di casse per gli oggetti è uno scazzo che negli ultimi 10 anni di evoluzione del gaming non posso proprio più accettare. Ecco, se facessero un rifacimento di questo, spero vivamente che fixino questo enorme handicap. Ecco, tornando a parlare di remastered/remake, esistono meccaniche figlie dei loro tempi che oggi diventano addirittura degli enormi difetti se li catapultiamo nella nostra epoca. Sarebbe come tornare alle latrine esterne delle abitazioni e senza bidet.
  14. Perché il remake del primo, esclusiva Nintendo dal 2002, ebbe una remastered che lo rese multipiattaforma pochi anni prima. Secondo me l'intento di Capcom era di fare solo il remake del 2, capitolo più iconico della saga. Poi visto il successo hanno deciso di fare i remake degli altri. Nel 2026 ci sta un altro remake e giusto per correggere chi dice che sarà l'ennesimo copia/incolla vorrei chiarire questo aspetto: io in linea generale sono contro le remastered a pochi anni di distanza dagli originali, sono addirittura contrario alle remastered per giochi ancora godibili, tuttavia un conto è la remastered di TLOU e un altro di un gioco del '96 che ebbe un rifacimento nel 2002. Chiaramente oggi il gaming si è evoluto in 22 anni e nel 2026 saranno 24 anni da quel rifacimento. A mio parere ci può stare soprattutto se ci fosse la possibilità di proporre qualcosa di nuovo, tipo un Re 1 con visuale in prima persona come i Re7 o Re8, oppure così come sono stati realizzati gli altri remake.
×
×
  • Create New...